Ha riscosso successo e una grande affluenza l’evento organizzato da Sipro Agenzia Provinciale per lo Sviluppo in collaborazione con il Tecnopolo dell’Università di Ferrara il 30 ottobre scorso. L’obiettivo principale dell’evento, oltre a far conoscere le strutture che ospitano gruppi di lavoro, start up innovative e imprese giovani e dinamiche, era di ‘creare l’occasione per farsi conoscere, presentare la propria idea d’impresa o realtà imprenditoriale e soprattutto “fare rete”, condividere idee e spunti, nonché creare nuove sinergie per collaborazioni future’ – come sottolineato da Chiara Franceschini, Responsabile Progettazione europea, rapporti con Università di Ferrara ed incubatori di SIPRO e da Paola Goldoni, Manager del Tecnopolo dell’Università di Ferrara.

Dopo una breve visita all’incubatore per imprese, di proprietà del Comune di Ferrara e gestito da SIPRO, ed al Tecnopolo, i presenti hanno avuto a disposizione qualche minuto per parlare della loro mission e della loro idea nel “Pitch moment” a loro dedicato.

Per SIPRO sono intervenuti: ARDA Solutions, Astolfi Engineering, BM Assemblaggi, IN4TECH e WAMO Studio.

Per il Tecnopolo hanno partecipato 2 spin off dell’Università di Ferrara, NEA ed HELIX PHARMA e due gruppi di ricerca: uno del laboratorio MechLav con focus su tecnologia ICT e l’altro coordinato dal Prof Michele Bottarelli del laboratorio TEKNEHUB sempre del Tecnopolo con focus sull’efficientamento energetico negli edifici industriali ed abitativi.

All’evento hanno partecipato anche Vittorio Cavani e Annalisa Po dei Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia che, in occasione del Roadshow UpIdea! Startup Program – Call for Innovation, hanno presentato questo programma che seleziona idee imprenditoriali e startup e ne supporta lo sviluppo attraverso un percorso di accelerazione realizzato utilizzando competenze e network delle imprese produttive. Il programma è promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria dell’Emilia-Romagna e del Veneto, con il coordinamento di Unindustria Reggio Emilia e il contributo dell’acceleratore LUISS Enlabs.