Giovedì 20 e venerdì 21 giugno si sono tenuti due workshop sul Delta del Po e ambienti lagunari, il primo organizzato dal Laboratorio Terra&AcquaTech del Tecnopolo di Ferrara e dall’Accademia delle Scienze di Bologna, mentre il secondo promosso dalla società scientifica LaguNet (Italian Network for Lagoon Research), e dal Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche di Unife. Entrambi gli incontri si sono svolti presso il Chiostro di Santa Maria delle Grazie, nell’Aula F7 del Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche, Via Fossato di Mortara 17, Ferrara.

Il workshop del 20 giugno ha avuto come titolo: “Itinerari Scientifico – Tecnologici nel Delta del Po: attività antropiche e uso del territorio – prospettive future tra sviluppo e sostenibilità”. Al termine delle comunicazioni, una tavola rotonda con la Prof.ssa Luisa Pasti, Responsabile Scientifica del Laboratorio Terra&AcquaTech, ed il Prof. Ferruccio Trifirò, Università di Bologna.

Il tema workshop del 21 giugno, promosso da LaguNet, è stato “Biodiversità, servizi ecosistemici e qualità degli ambienti di transizione” patrocinato da ISPRA, dalle società scientifiche SIBM e AIOL, dai progetti europei LIFE-AGREE e INTERREG-ADRION. Il Workshop ha visto riuniti alcuni tra i maggiori esperti provenienti da istituzioni scientifiche, accademiche e governative, operanti nel settore dell’ecologia e della biologia dei sistemi lagunari, per confrontarsi sui nuovi approcci a conservazione, ripristino e prospettive gestionali delle lagune italiane. I temi del Workshop infatti hanno incluso (i) evoluzione, funzionamento, qualità, (ii) bioinvasioni, pressioni, biodiversità, (iii) conservazione, gestione ed uso sostenibile di risorse e servizi.

Programma del 20 Giugno 2019

Locandina e Programma del 21 Giugno 2019